Aggregatore Risorse

angle-left Decreto legge

24 giugno 2020

Decreto legge 16 giugno 2020 n. 52


Il Decreto n. 52/2020 interviene in materia di trattamento di integrazione salariale, proroga dei termini in materia di reddito di emergenza e di emersione di rapporti di lavoro.

  •  con riguardo al trattamento di integrazione salariale, si tratta di “correttivi” apportati al Decreto Rilancio. In particolare, senza soffermarsi in questa sede sulle disposizioni di contenuto più operativo, si dispone che i datori di lavoro che abbiano interamente utilizzato il trattamento di integrazione salariale ordinario, straordinario o in deroga della durata massima di 14 settimane, possano avvalersi delle ulteriori 4 settimane (che nel Decreto Rilancio erano utilizzabili dal periodo che va dal 1° settembre al 31 ottobre salvo che per alcuni settori) anche prima del 1° settembre 2020 (fermo restando la durata massima di 18 settimane e considerati cumulativamente i trattamenti riconosciuti).

  • nell’ambito dei rapporti di lavoro domestico e di sostegno al bisogno familiare, il Decreto in oggetto dispone la proroga dal 15 luglio al 15 agosto 2020 dei termini per la presentazione delle istanze di regolarizzazione consentita dall’ articolo 103, d.l. n. 34 del 19 maggio 2020.

News

DPCM del 13 e del 18 ottobre 2020:

disposizioni per gli spostamenti e nuovo modello autodichiarazione 

Ordinanza di Regione Lombardia del 16 ottobre 2020 

vengono recepite ed integrate le misure adottate con il DPCM del 13 ottobre 2020

Lavoratori e ammortizzatori sociali

Circolare Inps del 30 settembre 2020

Nuovo decreto legge 7 ottobre n. 125

formalizzato il prolungamento dello stato emergenziale in questione fino al 31 gennaio 2021

Distacco trasnazionale

il nuovo dlgs 15 settembre 2020 n.122 ha modificato il precedente dlgs 17 luglio 2019 n.136